Dicono di noi

La stagione di San Costanzo - 'ScenaRidens' d'eccellenza e tanto altro

'BOMBONIERA' PIENA DI SORPRESE
Sul palco vanno in scena comicità, musica e rappresentazioni
-SAN COSTANZO-
UNO 'SCENARIDENS' d'eccellenza e molto, moltissImo altro. E' "fra le stagioni teatrali più frizzanti delle Marche" (per usare l'orgogliosa definizione dell'assessore comunale alla cultura Filippo Sorcinelli) quella in procinto di decollare nella 'bomboniera' di San Costanzo, lo storico Teatro della Concordia. Stagione illustrata nel dettaglio ieri dallo stesso componente dell'esecutivo e della sindaca Margherita Pedinelli, affiancati dalla coordinatrice dell'Amat Lucia Ferrati, dal direttore artistico di 'Fano Jazz Network' Adriano Pedini e dal fondatore del 'San Costanzo Show' Geoffrey Di Bartolomeo.
Presenze, quest'ultime, dovute al fatto che oltre agli appuntamenti nati dalla sinergia Comune-Amat (4 spettacoli comici della rassegna 'ScenaRidens', il concerto folk rock del 19 aprile dell'artista statunitense Grant Lee Phillips e la rappresentazione 'Il Mago di Oz' del 13 marzo compresa nella rassegna 'Andar per Fiabe'), la stagione sancostanzese sarà arricchita da due prestigiose collaborazioni

QUELLE, appunto, con il gruppo di Geoffrey e soci, che proprio al Teatro della Concordia iniziò la sua attività nel 2004 e che il 12, 13 e 14 febbraio prossimi vi presenterà in anteprima assoluta il nuovo spettacolo 'La Parrucchiera di Siviglia'; e con il 'Fano Jazz Network', che il 21 aprile proporrà alla 'bomboniera' una tappa del festival 'Jazz in Provincia' 2016, che avrà come protagonisti il musicista Daniele di Bonaventura e la sua Band'Uniòn composta da Marcello Peghin (chitarra a 10 corde) e Alfredo Laviano (percussioni). "Al Concordia - ha evidenziato Pedini - la formazione presenterà il nuovo album 'Nadir', pubblicato con l'etichetta discografica Tuk Music di Paolo Fresu", aggiungendo: "Complimenti all'amministrazione comunale di San Costanzo, che sta fornendo un esempio virtuoso di come si fa cultura". "La nostra mission in tale ambito - ha specificato la Pedinelli - è puntare sulla qualità, perché attraverso la cultura si può garantire lo sviluppo dei piccoli centri". Ad illustrare gli eventi di 'ScenaRidens' ci ha pensato Lucia Ferrati: "Saranno quattro imperdibili tappe con altrettanti artisti che mi piace definire straordinari lettori e conoscitori della società contemporanea. Si partirà il 30 gennaio con Max Paiella e il suo spettacolo 'Dov'è l'uscita?'. Il 20 febbraio sarà la volta di Maria Cassi, a mio parere la più brava comica italiana, con 'Galateo'; mentre il 6 marzo salirà sul palco Paolo Nani con 'La lettera', che conta più di mille repliche in tutto il mondo. Il 19 marzo, infine, arriverà al Concordia l'allievo di Dario Fò, Matthias Martelli".

Sandro Franceschetti, Il Resto del Carlino - 21 gennaio 2016
https://www.sancostanzoshow.com/wp-content/uploads/2016/01/spettacoli_pesaro.jpg

Il "San Costanzo Show" sbarca a Pesaro per far ridere il capoluogo

Domani alle 17 al Teatro Sperimentale con "Il Cognome della Rosa"
IL SAN COSTANZO SHOW sbarca a Pesaro. E saranno due ore di risate a crepapelle. Uno spettacolo senza tregua per chi è in cerca di forti emozioni comiche nostrane. Domenica 15 novembre alle ore 17 al Teatro Sperimentale di Pesaro ultima possibilità al mondo per vedere "Il Cognome della Rosa", ovvero le variazioni comico letterarie del San Costanzo Show. Lo spunto lo offre la parodia del romanzo storico di Umberto Eco, spaziando dal libro della Poetica di Aristotele, dedicato al riso, all'archetipo della gelosia della tragedia di Shakespeare. Il tutto condito con citazioni dissacranti sulle note di improbabili arie ballate dai frati d'epoca medioevale, impensabili location per il dramma di Otello, passando attraverso esilaranti incursioni nei capolavori di Dumas, Alighieri, Leopardi, Manzoni.

I COMICI del San Costanzo Show chiudono la tourneè del Cognome della Rosa nel capoluogo di provincia, portando in scena anche quelle che diventeranno sicuramente le beniamine di casa: due signore della Pesaro bene, in un dibattito tutto da ridere sulla letteratura industriale del mobile e dello stile di vita ai tempi della crisi che sta passando.
Lo spettacolo, che ha riempito tutti i teatri della provincia, adesso è pronto a far ridere il capoluogo. Balletti, gags, performance ai limiti del credibile, ambientazioni deliranti e il musical comico finale, sono gli ingredienti che assicurano risate per tutti, anche per chi i grandi classici non li ricorda o li deve ancora studiare come i più piccoli. "Il San Costanzo Show è uno degli spettacoli comici con più cambi nella storia del teatro nazionale e internazionale - dicono i protagonisti -. Sulla scena da 4 a 6 attori per tantissimi ruoli, un cambio continuo e una continua dinamicità che non può far rischiare il sonno nemmeno ad un netturbino che ha appena finito il turno".

LE RECENSIONI della stampa e del pubblico parlano di uno spettacolo da non perdere, sostenendo che "il San Costanzo Show con Il Cognome della Rosa, 'dissacra la letteratura e fa esplodere il riso'. Quindi come sempre, chi verrà riderà".
I biglietti si possono prenotare oppure comprare in prevendita chiamando il 328-4173247. Si possono anche acquistare domani, direttamente al botteghino dello Sperimentale.

Tiziana Petrelli, Il Resto del Carlino - 14 novembre 2015
https://www.sancostanzoshow.com/wp-content/uploads/2015/11/RestoDelCarlino_141115.jpg

Risate solidali per Peppe Nigra

L'INIZIATIVA SAN COSTANZO SHOW METTE IN CASSA I PRIMI DUEMILA EURO
La raccolta fondi durante gli spettacoli servirà per dedicargli il film
NON SIAMO bravi procacciatori di sponsor ma degli ottimi riempitori di Teatri".
Sold out alla Corte Sant'Arcangelo per lo spettacolo "Non aprite quella Sporta" che il San Costanzo Show ha dedicato alla raccolta fondi per realizzare un film sul loro amico Peppe Nigra, il comico e bizzarro cinefilo (a lui si deve la rassegna del cinema trash che negli anni è diventata un fenomeno cult) prematuramente scomparso 11 mesi fa all'età di 42 anni, stroncato da un infarto. L'Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Fano ha messo a disposizione gratuita lo spazio e gli amici di Peppe l'hanno riempito di spettatori raccogliendo i primi 2000 euro per la realizzazione del progetto cinematografico che solo per iniziare ne costa almeno 10mila.
"E' solo una parte dei soldi che serviranno per realizzare un film su Peppe Nigra che uscirà il prossimo inverno nei cinema della Regione Marche - spiegano i comici -. Per cui è nostra intenzione realizzare altri show dedicati alla raccolta fondi per il film perché più il pubblico riderà meglio il film verrà". E' un progetto in fieri quello dei ragazzi del San Costanzo Show. Rosa della Cecca e co. hanno già iniziato a scrivere i testi del lungometraggio che sarà poi donato all'Assessorato alle Biblioteche del Comune di Fano per arricchire la collezione del Fondo Peppe Nigra alla MeMo Mediateca Montanari.
"L'INTENZIONE è quella di cominciare a girarlo ad ottobre - entra nel dettaglio Geoffrey Di Bartolomeo - e per questo motivo abbiamo deciso quest'anno di rinviare a febbraio il debutto del nostro nuovo spettacolo, quello che generalmente proponiamo da novembre. Per ora continueremo con le repliche di "Non aprite quella sporta" e "Il cognome della Rosa", che stanno andando molto bene: abbiamo sempre le piazze piene". Sarà un docu-comic film quello sull'ironico istrionico animale da palcoscenico Nigra, ma il titolo è ancora top secret. "Abbiamo coinvolto tutta una serie di professionisti che presteranno la loro opera a titolo gratuito in omaggio a Peppe che anche con la sua morte prematura ci ha dato un grande insegnamento di vita: siamo tutti appesi ad un filo - prosegue Di Bartolomeo -. Tra i tanti ci sono Filippo Biagianti che ci aiuta con la riprese, il montaggio e la post produzione; il pianista Mario Mariani che mette a disposizione le sue musiche e si è detto disposto a comporne ad hoc e poi tanti altri... perché fare un film costa un sacco di soldi, anche solo per affittare attrezzature e luoghi in cui girare. Speriamo di farcela".
Ma cos'è un docu-comic-film? "E' un film in cui vogliamo inserire una trentina di minuti di video di Peppe, con i suoi personaggi - conclude Di Bartolomeo -. La difficoltà di questo progetto è che vogliamo che sia comico e non dia adito a tristezza, anche se un po' di malinconia per la mancanza di Peppe la genererà... e poi deve essere un film godibile da tutti e non solo dagli amici o quanti lo hanno conosciuto. Lo faremo uscire nei cinema della provincia di Pesaro e Urbino e anche nell'Anconetano. Ma è ancora un work in progress".

Tiziana Petrelli, Il Resto del Carlino - 19 Agosto 2015
https://www.sancostanzoshow.com/wp-content/uploads/2015/08/RestodelCarlino_19ago15.gif

Pesceazzurro è sbarcato anche a Senigallia... e noi c'eravamo!

Lo scorso 3 aprile 2015 è stato inaugurato a Senigallia un nuovo punto della nota catena del Pesceazzurro e tra gli eventi e spettacoli in programma erano presenti sul palco anche i comici del gruppo “I Caccianasi” del San Costanzo Show.

Sito ufficiale: Pesceazzurro

NeroSuBianco - Agenzia di Servizi Giornalistici
http://www.nerosubianco.tv/2015/04/09/pesceazzurro-e-sbarcato-anche-a-senigallia/