Risate solidali per Peppe Nigra

L'INIZIATIVA SAN COSTANZO SHOW METTE IN CASSA I PRIMI DUEMILA EURO
La raccolta fondi durante gli spettacoli servirà per dedicargli il film
NON SIAMO bravi procacciatori di sponsor ma degli ottimi riempitori di Teatri".
Sold out alla Corte Sant'Arcangelo per lo spettacolo "Non aprite quella Sporta" che il San Costanzo Show ha dedicato alla raccolta fondi per realizzare un film sul loro amico Peppe Nigra, il comico e bizzarro cinefilo (a lui si deve la rassegna del cinema trash che negli anni è diventata un fenomeno cult) prematuramente scomparso 11 mesi fa all'età di 42 anni, stroncato da un infarto. L'Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Fano ha messo a disposizione gratuita lo spazio e gli amici di Peppe l'hanno riempito di spettatori raccogliendo i primi 2000 euro per la realizzazione del progetto cinematografico che solo per iniziare ne costa almeno 10mila.
"E' solo una parte dei soldi che serviranno per realizzare un film su Peppe Nigra che uscirà il prossimo inverno nei cinema della Regione Marche - spiegano i comici -. Per cui è nostra intenzione realizzare altri show dedicati alla raccolta fondi per il film perché più il pubblico riderà meglio il film verrà". E' un progetto in fieri quello dei ragazzi del San Costanzo Show. Rosa della Cecca e co. hanno già iniziato a scrivere i testi del lungometraggio che sarà poi donato all'Assessorato alle Biblioteche del Comune di Fano per arricchire la collezione del Fondo Peppe Nigra alla MeMo Mediateca Montanari.
"L'INTENZIONE è quella di cominciare a girarlo ad ottobre - entra nel dettaglio Geoffrey Di Bartolomeo - e per questo motivo abbiamo deciso quest'anno di rinviare a febbraio il debutto del nostro nuovo spettacolo, quello che generalmente proponiamo da novembre. Per ora continueremo con le repliche di "Non aprite quella sporta" e "Il cognome della Rosa", che stanno andando molto bene: abbiamo sempre le piazze piene". Sarà un docu-comic film quello sull'ironico istrionico animale da palcoscenico Nigra, ma il titolo è ancora top secret. "Abbiamo coinvolto tutta una serie di professionisti che presteranno la loro opera a titolo gratuito in omaggio a Peppe che anche con la sua morte prematura ci ha dato un grande insegnamento di vita: siamo tutti appesi ad un filo - prosegue Di Bartolomeo -. Tra i tanti ci sono Filippo Biagianti che ci aiuta con la riprese, il montaggio e la post produzione; il pianista Mario Mariani che mette a disposizione le sue musiche e si è detto disposto a comporne ad hoc e poi tanti altri... perché fare un film costa un sacco di soldi, anche solo per affittare attrezzature e luoghi in cui girare. Speriamo di farcela".
Ma cos'è un docu-comic-film? "E' un film in cui vogliamo inserire una trentina di minuti di video di Peppe, con i suoi personaggi - conclude Di Bartolomeo -. La difficoltà di questo progetto è che vogliamo che sia comico e non dia adito a tristezza, anche se un po' di malinconia per la mancanza di Peppe la genererà... e poi deve essere un film godibile da tutti e non solo dagli amici o quanti lo hanno conosciuto. Lo faremo uscire nei cinema della provincia di Pesaro e Urbino e anche nell'Anconetano. Ma è ancora un work in progress".

Tiziana Petrelli, Il Resto del Carlino - 19 Agosto 2015
http://www.sancostanzoshow.com/wp-content/uploads/2015/08/RestodelCarlino_19ago15.gif