WEBSERIE ↓

“PILLOLE DI PESCEAZZURRO SHOW”
LA WEBSERIE IN ONDA DAL 1 AGOSTO SULLE PAGINE DI FACEBOOK



Dal 1 AGOSTO per CINQUE MARTEDI' CONSECUTIVI, sulle pagine Facebook di
Acquario di Cattolica,
Al PesceAzzurro e
San Costanzo Show

approda in contemporanea la mini-webserie:
cinque esilaranti webclip di due minuti con Geoffrey di Bartolomeo e Daniele Santinelli che, con ironia e allegria, raccontano da dietro le quinte dell’Acquario di Cattolica!

TUTTE LE INFO QUI!


IL FILM ↓

STREGATI DALLA BRUNA

IL FILM DEI COMICI DEL SAN COSTANZO SHOW

Regia di Henry Secchiaroli

con Massimo Pagnoni, Geoffrey di Bartolomeo, Giovanni Giangiacomi, Daniele Santinelli, Romina Antonelli, Oscar Genovese e Davide Bertulli

Il dvd di Stregati dalla Bruna è in vendita nelle edicole e librerie e online sul sito ufficiale www.stregatidallabruna.com !


I SOCIAL DEL SCS ↓




          


NEWSLETTER ↓

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
per rimanere sempre aggiornato sulle date degli spettacoli e tutte le novità!

I COMICI DEL SCS

  • Il San Costanzo Show è uno degli spettacoli comici con più cambi nella storia del teatro nazionale e internazionale. Sulla scena da 4 a 6 attori per tantissimi ruoli, un cambio continuo e una continua dinamicità che non può far rischiare il sonno nemmeno ad un netturbino che ha appena finito il turno.
  • I comici sono autori e attori, tutti professionisti dello spettacolo e della televisione che sfruttano nel loro repertorio comico anche gli accenti locali in modo da rendere lo show vivo ed esilarante.
  • Uno show comico sempre diverso che si rinnova tutte le volte che va in scena ed esplora tutte le forme di comicità in modo da renderlo adatto al pubblico di tutte le età e provenienza geografica.

 

I COMICI DEL SAN COSTANZO SHOW (in ordine alfabetico)

 

DAVIDE BERTULLI

Nome: Davide. Cognome: Bertulli. Nato a Fano il 26/10/1969. Titolo di studio: licenza… di caccia e pesca. Segni particolari: super ticchioso. Professione: stampista pressista. Obbi: distrugge ciò che crea. Sogni nel cassetto: diventare primo ballerino della scala quaranta.
Il comico che è in me, uscì fuori nel lontano 1997, e prese forma in una fabbrica metalmeccanica. Quando un bel giorno, tra una pressa e l’altra i colleghi mi guardavano allibiti, mentre facevo morire dalle risate presse, torni e muletti con i miei monologhi. Visto il successo ottenuto, iniziai a frequentare dei corsi di qua, corsi di là, e l’unica cosa che ottenni fu un gran fiatone, quindi mi iscrissi ad una scuola di recitazione, dove vinsi una borsa… di plastica, con dentro il manuale del comico fai da te. Alla fine di questo tram-tram presi un pullman che mi portò nella ridente cittadina di San Costanzo, dove ancora oggi frequento un laboratorio di ottimi comici.

 

GEOFFREY DI BARTOLOMEO

Geoffrey Di Bartolomeo, bassetto coi baffetti, nasce in Australia il 20.09.1969. Artista completo, non balla, non canta, non sa recitare e non fa ridere. Non ha fatto ne cinema, ne televisione, ne radio, che cazzo continua? Trascorre un’infanzia serena, cresce forte e sano ma con il passare degli anni diventa agitato cronico, a tratti sclerotico con turbe caratteriali, tics, balbuzie, vomito, singhiozzo e diarrea. Dopo il compimento della maggiore età si specializza in incidenti d’auto veri, ne colleziona 11 con 4 ritiri di patente. Parla tre lingue, ne scrive due ma ne ha soltanto una. Raggiunge il successo all’età di 71 anni.

 

OSCAR GENOVESE

Nasce nel ‘74 a Civitanova Marche, una ridente cittadina sulla riviera adriatica. E’ Ariete ascendente Sagittario, quindi destinato ad essere cornuto a vita. Già a tre anni rimane affascinato dal mondo del teatro, e così a 16 anni, incapace di intendere e di volere, frequenta un corso di musical nella sua città. Avendo scoperto questa sua innata passione partecipa in seguito a vari stage e seminari che lo hanno portato a conoscere ed approfondire vari aspetti del teatro: la narrazione, il movimento espressivo, l’improvvisazione teatrale, il teatro comico-musicale, mentre parenti ed amici gli consigliavano di intraprendere altre professioni ben più redditizie.
Insieme ad altri pazzi squilibrati fonda la compagnia con cui attualmente lavora, il “Teatro del Trabattello”. Nel frattempo frequenta alcuni stage: sul clown, sul movimento espressivo, sul contact-improvisation, sul flamenco, sul metodo Strasberg.
Sempre più infervorato, frequenta alcuni workshop su Shakespeare e Cechov.
Nel 2005 scopre un’innata vis comica partecipando al laboratorio per nuovi comici “Far ridere per ridere” condotto dalla Paola Galassi di cui sopra, la cosa gli piace e tuttora partecipa agli spettacoli del San Costanzo Show.
Inoltre, è assistente agli autori di “Psicoparty” con Antonio Albanese, per la regia di Giampiero Solari.
In una botta di serietà, partecipa anche all’Edipo Re con la regia di Franco Branciaroli.
Ultimamente le sue doti creative si sono esplicate nella figura di autore per “Buona La Prima” con Ale e Franz, su Italia 1.
Consapevole delle proprie doti di abilità fisica, decide di mettere in scena col Trabattello uno spettacolo di teatro-danza dal titolo emblematico “Ematomi”, e non pago di questo, frequenta anche un workshop di danza contemporanea con Rebecca Murgi, la stessa regista di “Ematomi”.

 

GIOVANNI GIANGIACOMI

Nasce a Cincinnati negli Usa dove ottiene numerosi diplomi presso la Yale, la UCLA, la Boston University, la Stanford e Harvard. Vince una Borsa di Studi di 800.000 dollari presso la Massachussets Institute of Tecnology. Ama i fagioli, le cotiche e il marzapane. Attualmente risiede a Stoccolma in un loft dentro l’Accademia svedese dei Premi Nobel..

 

PEPPE NIGRA

Peppe ha iniziato la sua carriera di attore di teatro nel lontano 1997, con la compagnia “La bugia di Fano”, interpretando tre commedie: “Il viaggio di Celestino” e “Il ciambellone” di Achille Campanile e “L’aulularia” di Plauto.
Sempre nel 1997 organizza a Fano una rassegna cinematografica trash di film di serie Z, (ribattezzata “Stracult” nel 2010), registrando più di 4000 presenze ogni anno nelle quattro serate.
La passione per il cinema trash, o per meglio dire cinema di genere, lo porta a dar vita nel 2001 ad uno spettacolo completamente in play-back dal titolo “Missione possibile operazione pasta e fagioli” con il trio Seppia composto dal sottoscritto, Paolo Tabaretti e l’inseparabile Daniele Santinelli.
Nel 2005 insieme a Daniele Santinelli e Geoffrey Di Bartolomeo partecipa e organizza “Fanno ridere”, concorso nazionale per cabarettisti e comici emergenti.
Sempre nel 2005 inizia a lavorare con Paola Galassi, che non ha in questo sito bisogno di presentazioni, e da allora fa parte anche lui del gruppo matto del San Costanzo Show, creando in coppia con il fido Santinelli o da solo personaggi surreali al limite del demenziale, oserei dire trash.

 

MASSIMO PAGNONI

Kalimera! Mi chiamo Nausicaa Teodorakis ved. Pelonghini, sono nata a Fano …anta anni fa! Babbo mio, Yorgos, era greco di Farolikosiposossosoos, uno scoglio in mezzo al mare Egeo. Io invece sono nata, settimina, tra gli scogli del molo di ponente del porto di Fano, perchè mamma mia era andata a pescare la frittura di paranza, ma vide una pantegana sciancata obesa grave e dallo spavento le si ruppero le acque, così mi spatasciò lì, sotto il sole d’agosto: una cozza tra le cozze!!

 

DANIELE SANTINELLI

Nasce nelle “marche Basse” a San Severino Marche. Da Piccolo si trasferisce a Fano, nelle “Marche Alte” e diventa 1 metro e 90. Se fosse rimasto a San Severino cosa diventava? …..e ci chiediamo…..se si trasferiva ad Ascoli?

 

STAFF TECNICO

 

REGIA

Paola Galassi e Oscar Genovese

SCENE E COSTUMI

Rosaria (Rosy) Ricci

FONICO E LUCI

Oscar Genovese
Laura Barbaresi

FOTOGRAFIA

Foto ufficiali e foto di scena
Luigi Angelucci
Email: angelucci.consulting(at)alice.it

GRAFICA LOCANDINE, CARTOLINE, LOGO

Michele Ambrosini
Website: www.micheleambrosini.com

SITO WEB

Ideazione, realizzazione grafica e programmazione
Laura Barbaresi
Email: info(at)ahgraphix.com